Il "Rating Previsionale"

Aggiornato il: 7 gen 2020

Così come per gli yearlings il nostro modo per "studiare la carta" di uno yearling e/o debuttante è quello di dare un rating previsionale (HF, horserace forecasting) che in parole povere è tradurre in numeri il pedigree del cavallo in questione. Questo metodo si basa essenzialmente sull'analisi del nick e sui rating dei possibili consanguinei. Inconsapevolmente lo facciamo sempre sfogliando il catalogo, quindi dargli un rating previsionale è un modo per semplificare il lavoro di analisi della carta di un soggetto.

Dal lato del mercato dei foals/yearling, la cosa interessante del rating previsionale è che il calcolo ci darà rispettivi rating (3hf) sui 2 anni, sui 3 anni e oltre i 4 anni così da offrire maggiori elementi di valutazione del cavallo in questione tali da provare a "capire" il cavallo, se precoce o tardivo, se sprinter, miler o stayer e via dicendo. Inquadrare il cavallo sulla carta permetterà anche di definirne un valore indicativo di prezzo sulla base del quale confrontare il budget a disposizione. Non è certamente una parametro fondamentale e si basa sul "già visto" (come tutti i rating tra l'altro); nonostante questo rappresenta un elemento utile da abbinare, ovviamente, alla ispezione morfologica del cavallo.

Dal lato invece dei pronostici, può essere utilizzato per inquadrare le corse dei debuttanti, insieme naturalmente alla valutazione di altri elementi come per esempio l'analisi del training e trainer in questione.

Prendiamo, per fare un esempio, in un'ipotetica corsa per debuttanti, i primi 6 iscritti per ordine alfabetico e che, non avendo ancora debuttato, hanno la entry al Derby di Epsom. Ajman Sea , Al Fayyaafy , Allgold , Almufeed , Ancestry , Arrow Of Gold ,

(cliccando sul cavallo si va alla scheda del cavallo) Visto che sono neo 3anni la perizia prenderà in esame la presumibile carriera dei 3anni. In questa ipotetica corsa di debutto, la perizia intende i partecipanti a pari peso.

Gli elementi presi in considerazione sono il nick (percentuale di vittorie di un determinato incrocio dello stallone con il padre della fattrice), la percentuale dei vincitori su quella distanza, i rating dei possibili consanguinei. Questi fattori determinano l'assegnazione di un punteggio (rating) ad ogni soggetto che dà conseguentemente luogo ad una ipotetica perizia della prova.

188 visualizzazioni3 commenti

Post recenti

Mostra tutti