2020 Cheltenham Festival, Giorno 2

Mercoledì 11 Marzo, Ladies Day.


(Le quote indicate sono le migliori disponibili sul mercato nel momento della selezione, un buon riferimento in più dal confronto col mercato del giorno: ante-post vs ring).


1.30, Ballymore Novices' Hurdle (Grade 1, 4yo+, 2m 5f)

Strike Rate Favorito: 3/10


La corsa più importante per novizi intermedi che proietta verso il salotto buono dei saltatori bassi. Tra i vincitori del passato ricordiamo Istabraq e Faugheen.


Difficile pensarlo battuto, soprattutto dopo la nausenante ballata dell'iscrizione. Envoi Allen vs Envoi Allen? Poco sopra la pari, tra i più attesi dell'intero Cheltenham Festival e uno dei miei rari irlandesi appuntati sul Timeform. O piace o non piace, non esistono vie intermedie se non la distanza di questa corsa. Sul mercato, contro di lui si muovono in tre: Sporting John e i due 'Big' The Big Breakaway (tra i più attivi sul mercato ante-post) e l'irlandese The Big Getaway. Tre soggetti inesplorati, le cui prestazioni sono tutte da convertire in 'sotto pressione' e 'metri sulla collina', non fornendo alcun elemento in tal senso. Sporting John, atteso, anche dal mercato, è l'unica scelta che potrei portare avanti, anche se non amo muovermi sulla sola impressione visiva, se non almeno minimamente contestualizzabile. L'ancora non cresciuto Harry Senior da una linea diretta in Novembre e questo potrebbe portare a spostarmi in tale direzione. Cresciuti entrambi da allora, l'attuale offerta massima di 7/2 lo rende accattivante, forse non del tutto.


Mossy Fen. Si è sempre mosso bene e si porta dietro il nascosto Decor Irlandais (fino a 80/1): linea che sembra essere non competitiva. Eppure ha già saggiata la collina su distanza maggiore, non demeritando in quel contesto: sulla distanza odierna, invece, ha vinto ad ogni uscita crescendo costantemente. Tentativo ambizioso da prendere in considerazione soltanto se seguito ed apprezzato in tutta la sua stagione.


Verdetto (Win): ENVOI ALLEN, 1/1 (4 pts Win)

Verdetto (EW): SPORTING JOHN, 7/2

Binocolo (EW): MOSSY FEN, 50/1


SP: 4/7f

1st, P/L: +4.00 pts



2.10, RSA Insurance Novices' Chase (Grade 1, 5yo+, 3m½f)

Strike Rate Favorito: 3/10


La corsa più prestigiosa della stagione per i saltatori alti, la Cheltenham Gold Cup per novizi, vero è proprio 'trial' per la Gold Cup ufficiale, dell'anno successivo. Tra coloro che si sono affermati in tal senso vi è Denman.


Continuo con una selezione sentimentale, stavolta col supporto di prestazioni e mercato: in tal senso ho un'unica soluzione, che attendo dal 13 Marzo scorso quando, sulla collina, rimasi con la penna a metà mentre stava per appuntare segno +. In parte risarcito ad Aintree poche settimane dopo, in questa campagna non ha sbagliato nulla, tranne che in un'occasione: sbagliando tutto (poco male!). La sua azione mi è sempre piaciuta e fino a quando non mostrerà segni di vecchiaia, sarà sempre in prima linea sul mio taccuino.


Copperhead, seconda volta sulla collina, ammirato in questa campagna e atteso, soprattutto dopo l'ultima splendida apparizione ad Ascot. Nessun problema di tenuta e terreno.


Slate House, mia scelta ambiziosa di Cotswold Chase, dove era discretamente rispettato sul mercato, torna in novizi. Conosce bene la collina, avendoci sia vinto che franato (caduto in Novembre, dando l'impressione di poterla vincere). Non piazzato di Arkle 2019, sembra essersi trovato a suo agio incrementando il metraggio. Vincitore in Dicembre del Kauto Star Novices' Chase, non saltando pulito l'ultima fence ma rimediando al danno con bella ripartenza, speravo saltasse Cheltenham per puntare dritto Liverpool ad inizio Aprile: adesso? Possibile each-way da risarcire ad Aintree.


Verdetto: CHAMP, 7/2 (taccuino) (NAP) (3 pts Win)

Binocol (EW): SLATE HOUSE, 16/1


SP: 4/1

1st, P/L: +10.50 pts



2.50, Coral Cup Handicap Hurdle (Grade 3, 4yo+, 2m 5f)

Strike Rate Favorito: 0/10


Una delle corse più difficili del Cheltenham Festival: soltanto un vincitore nelle ultime dieci edizioni era offerto ad una quota in singola cifra (9/1).


Dan Skelton è rinomato per risolvere questi enigmi e presenta una carta appositamente preparata per questo inseguimento (mirato da tempo) ma stranamente ancora evitata dal mercato. Champagne Well è un altro soggetto che vanta forma solida su un percorso che conosce, più seguito. All'attuale offerta, proviamo a dar fiducia più al cortile che al mercato, esponendoci con l'allievo Sir Alex Ferguson.


Binocolo: PROTEKTORAT, 16/1 (2 pt EW)


SP: 12/1

10th, P/L: -4.00 pts



3.30, Betway Queen Mother Champion Chase (Grade 1, 5yo+, 2m) (BANK 2)

Strike Rate Favorito: 4/10


La corsa di cartello del Giorno 2 (BANK 2) che incorona il miglior saltatore alto professionista sul tema della velocità.


NOTA: Altior, in forse fino all'ultimo, è il grande assente (nel mio commento al Giorno 1 avevo sottolineato la mia incertezza riguardo al recupero: non lo avrei sostenuto ugualmente!). Danno d'immagine alla corsa? Sicuramente, ma non al mio each-way pensato per questo inseguimento. Sfida, dunque, che si converte in Defi De Seuil vs Chachun Pour Soi: il re-match di Punchestown.


Defi Du Seuil: la potenza totale. Divora la fence, sembrando quasi di volerla portare con sé. Notevolmente cresciuto rispetto alla stagione passata, la sua ultima uscita, che lo ha consacrato come potenziale antagonista di Altior, lo ha visto dominare un Un De Sceaux sotto standard perciò la crescita è da ridimensionare, seppur certa: cosa che non faccio con l'impressione visiva, esplosiva, che ne ha cristallizzato lo stile.


Chachun Pour Soi: dopo aver vinto nel meeting natalizio a Leopardstown, si conferma, un mese dopo sullo stesso percorso vincendo la versione irlandese di questa corsa (Dublin Chase). Debutta sulla collina di Cheltenham ma ha dominato contro l'attuale contro-favorito al Festival di Punchestown. Tips ricevute: 5 vs le 7 di Defi Du Seuil.


Politologue. Piazzatosi in questa corsa lo scorso anno, è rientrato gradevolmente subendo, per me nettamente, l'attuale contro-favorito sulla stessa pista di oggi. Quella prestazione e l'offerta di 25/1 lo rendono un buon each-way, forse di lusso. Fallito il tentativo nel Tingle Creek a causa di un problema fisico, non ha più corso da allora, ha avuta un'ottima preparazione ed è stato gestito per arrivare in condizioni di freschezza al Cheltenham Festival, sperando in un terreno 'da pioggia'. A differenza del suo compagno 'di piazza' Sceau Royal, 33/1, che per me si esprime meglio su terreno scorrevole.


Ad un prezzo leggermente inferiore ma che segnalo volentieri e con maggior entusiasmo rispetto al suddetto Politologue, troviamo Dynamite Dollars, 20/1. Un buon novizio alto nella stagione passata, interrottasi a causa di un infortunio che lo ha portato a saltare il Cheltenham Festival (peccato, le credenziali era buone!), è rientrato contro Altior dopo un anno di assenza, attirando l'attenzione e saltando con vivacità fino all'ultima fence. Annunciato in progresso, oltre quello fisiologico dettato dal rientro, è tra i nascosti più attraenti del cortile da Festival di Paul Nicholls.


Verdetto: DEFI DU SEUIL, 6/4 (2 pts Win)

Binocolo (EW, 2 posti): DYNAMITE DOLLARS, 20/1


SP: 2/5f

4th, P/L: -2.00 pts



4.10, Glenfarclas Chase (A Cross Country Chase) (Class 2, 5yo+, 3m 6f)

Strike Rate Favorito: 2/10


Specialità tipica francese, che quest'anno fa brillare un poco di più la lavagna che, altrimenti, sarebbe stata a senso unico. Tiger Roll, al momento offerto alla pari, non è un soggetto come tanti e qua ha un'unica soluzione possibile se vuol puntare al terzo Aintree Grand National (consecutivo): non dovrà vincerla ma passeggiarla, ripetendo la sgambata dello scorso anno. La sua preparazione non è stata ottimale ma da qua a pensarlo sconfitto la faccio una forzatura; inoltre è presente nelle scelte multiple più diffuse, dunque atteso come sempre. Nella corsa di rientro, Navan, fa capire di avere altra gamba quando accelera per fare l'arrivo, salvo poi restare sul passo. L'anno prima, alla quota inspiegabile senza discutere di 25/1, vinse quella stessa corsa prima di trionfare al Cheltenham Festival. Chi è convinto che non ci saranno questioni di sorta, ha materia e materiale per investire. Preoccupazione unica l'eventuale ulteriore cedimento del terreno, che non gradirebbe al massimo, a differenza del suo diretto avversario, che lo divora. Terreno Soft, heavy in places, che favorisce il cortile francese.


Che stanno continuando a sostenere, rappresentato principalmente dal contro-favorito Easysland, a segno sul percorso nel meeting di dicembre, viaggiando bene senza sembrare mai spaesato. Interessante quota di 3/1 in discesa e 3 tips ricevute (al momento) contro le 7 su Tiger Roll sono più di un indizio.


Might Bite "il parcheggiatore" al Cheltenham Festival 2017, terzo sul mercato, cambia mestiere. Dopo una campagna 2018/19 deludente, anche quest'anno non è riuscito a dare cenni di vita in linea col soggetto che terminò secondo nella Gold Cup 2018 alle spalle di Native River, rimediando, nell'ordine: una caduta, un rialzo ed un terzo, stavolta lontano da Native River, purtroppo infortunatosi e chiudendo così la stagione ma dando appuntamento alla prossima. Lontano da quella forma, debutta nella specialità e sarà curioso vedere come e quanto la sua mole e la sue enorme qualità nel salto si adatteranno al percorso più veloce e meno selettivo del tracciato di campagna. Potrebbe attirare una scommessa each-way soltanto per amore: un suo eventuale affacciarsi, magari minacciosamente, porterebbe ad alzarsi in piedi, in lacrime. Se, invece, si vuol investire seriamente, trovo difficile uscire dai due sopra citati.


Verdetto (WIN): TIGER ROLL, 5/6 (4 pts Win)

Verdetto (EW): EASYSLAND, 3/1 (ottimo 'rinforzo'!)

Binocolo (EW): MIGHT BITE, 16/1


SP: 8/11f

2nd, P/L: -4.00 pts



4.50, Boodles Juvenile Handicap Hurdle (Registered As The Fred Winter) (Grade 3, 4yo, 2m½f)

Strike Rate Favorito: 2/10


Corsa conosciuta anche come 'Fred Winter', in onore del leggendario allenatore, è riservata ai giovani, anni 4, che non hanno ancora la classe o l'esperienza per competere al massimo livello, ossia nel Triumph Hurdle. Rappresenta, perciò, per gli allenatori, un'ottima alternativa che consente loro di partecipare ugualmente al Festival.


In linea con la presentazione della corsa, incuriosisce l'allievo di Paul Nicholls, stimato buono tanto da provare il JCB Triumph Trial di Novembre. Atteso in crescita futura, resta comunque seguito in questo contesto nel quale, se in ordine, si declasserebbe. Deve vincerla se vuole ambire ai salotti buoni, anche su un terreno non tra i suoi preferiti.


Palladium, il più consigliato dalla stampa (una sentenza, avendo ricevuti 8 consigli su 14), torna tra i coetanei dopo aver passeggiato a Sandown Park. Lo stile non mi ha esaltato ma, soprattutto, proviene dal circuito 'flat', cosa non fa per me.


Verdetto: perizia che ha raccolto il numero massimo di partenti ammessi, di male in peggio. Nessuna selezione sul taccuino, con uno sguardo su Mick Pastor, recuperato dopo cure per ulcere, è riapparso in ben altra forma a Ludlow. Il suo cortile sperava in un terreno migliore (anche se ha già vinto su terreno analogo), il potenziale sembra esserci: non all'altezza dei coetanei di Grado 1, 'ripiega' in questo inseguimento. A tale offerta, vale fiducia seppur minima.


Binocolo: MICK PASTOR, 10/1 (0.5 pt EW)


SP: 17/2

10th, S/P: -1.00 pt



5.30, Weatherbys Champion Bumper (A Standard Open National Hunt Flat Race)

(Grade 1, 4-6yo, 2m½f)

Strike Rate Favorito: 2/10

Strike Rate 'doppia cifra': 6/10 (25/1, 16/1, 25/1, 16/1, 14/1, 40/1)


Unica corsa senza ostacoli da superare, dedicata a coloro che iniziano la carriera di saltatori. Di difficile interpretazione come sempre, non ci si può sbilanciare tranne nel caso in cui si sia rimasti affascinati da qualcuno in particolare durante l'intera stagione. Con i saltatori conta molto l'impressione visiva, qua ancora di più. Si deve esser visionari ed i riferimenti che seguono fotografano bene il concetto.


Personalmente lo considero un inseguimento bello da ammirare nella speranza di poter vedere i primi passi di un nuovo talento. In tale ottica, la bella impressione destata dal favorito, se giustamente offerta, mi porta a consigliare un piccolo investimento.


Solido favorito, Appreciate It si presenta dopo la vittoria nella stessa corsa che fu il biglietto da visita di Envoi Allen nella scorsa edizione. All'attuale identica offerta di mercato, resta complesso andare contro tale scelta in una corsa ricca di complessità. Tra le alternative più 'battute', buon chiacchiericcio sulla contro-favorita, seppur distante (anche in termini di peso, dal momento che 7 libbre in meno non sono un dettaglio di poco conto) Queens Brooke (8/1), per la quale è stato espresso entusiasmo dallo stimato suo interprete Mr. J.J. Codd dopo la bella affermazione nella palude di Gowran Park.


Israel Champ e Ferny Hollow, rispettivamente a 11 e 12 contro 1, tra i sussurrati e segnalati più remunerativi. Così come Ocean Wind, 16/1, che ha già perlustrata la collina prima di mostrare ulteriore crescita a Newbury. Terreno morbido già calpestato, da confermare.


Verdetto (Win): Appreciate It, 2/1 (2 pts Win)

Binocolo (EW): Queens Brooke, 8/1


SP: 15/8f

2nd, P/L: -2.00 pts


Totale Punti investiti: 20 (Average: 2.86)

Totale P/L: +1.50 pts

56 visualizzazioni0 commenti